Cos’è il tumore al pancreas?

Il tumore al pancreas è una patologia oncologica che colpisce il pancreas, la ghiandola che si trova nell’addome e che ha il compito di produrre i succhi pancreatici, che contribuiscono alla digestione, l’insulina e altri ormoni che hanno la funzione di immagazzinare l’energia prodotta dal consumo degli alimenti. Il tumore al pancreas è la neoplasia con il più alto tasso di mortalità tra i tumori dell’apparato digerente. Il pancreas è diviso idealmente in tre porzioni: testa, corpo e coda.

Quali sono i sintomi?

A seconda della zona in cui è presente il tumore, i sintomi possono insorgere in maniera più o meno precoce; i tumori che insorgono a livello della testa del pancreas generalmente danno una sintomatologia più precoce. Negli stadi iniziali il tumore al pancreas può non presentare alcun sintomo. Negli stadi intermedi, invece, si può manifestare con un ingiallimento della pelle (ittero), associata a presenza di urine scure e feci chiare, nausea, vomito, dolori alla schiena, sviluppo di diabete. Negli stadi avanzati, infine, questo tumore può provocare stanchezza, diminuzione dell’appetito e dimagrimento non volontario.

Come fare diagnosi?

Per individuare con certezza un tumore al pancreas possono essere necessari molti esami, a partire da quelli del sangue. L’esecuzione di una TAC può essere utile per valutare la presenza di un tumore a livello del pancreas ed escludere la presenza di metastasi a distanza. L’ecoendoscopia è utile per visualizzare la ghiandola pancreatica e valutare l’estensione locale di malattia (coinvolgimento di linfonodi) , il rapporto del tumore con i vasi (arterie e vene) e permette di eseguire una biopsia. In casi particolari possono essere prescritti anche  una risonanza magnetica, una PET, una ERCP (pancreatografia retrograda endoscopica). Spesso prima dell’intervento è necessario posizionare una protesi endoscopica così da ridurre l’ittero e ridurre i valori di bilirubina nel sangue aumentati a causa dell’ostruzione data dal tumore.

Come si può curare?

Il tumore al pancreas può essere trattato radicalmente solo se localizzato e non diffuso ad organi circostanti e quindi diagnosticato ai primi stadi. L’asportazione chirurgica rappresenta l’unico trattamento potenzialmente curativo.  In caso di neoplasie inoperabili è possibile impiegare la chemioterapia e in casi selezionarti la radioterapia.  La scelta dell’iter terapeutico di un paziente con un tumore al pancreas è a carico di un Team Ospedaliero Multidisciplinare – chirurgo, oncologo, radiologo, radioterapista, endoscopista- che, in base alla posizione del tumore, alla sua diffusione, all’età del paziente e alla presenza di altre patologie concomitanti, decide la strategia più idonea e si prende cura del paziente dal momento della diagnosi alla guarigione.